Loading color scheme

Popillia Japonica: guerra al coleottero giapponese

popillaLa Popillia Japonica è diventata un problema serio. Nota anche come coleottero giapponese, la Popillia è assolutamente innocua per l’uomo e per gli animali, ma in grado di arrecare ingenti danni nella fase larvale agli apparati radicali delle piante erbacee e nella fase adulta a foglie e frutti. Per questo motivo è soggetta a lotta obbligatoria sul territorio nazionale, ai sensi del Decreto 22 gennaio 2018 “Misure d’emergenza per impedire la diffusione di Popillia japonica Newman nel territorio della Repubblica italiana”.

Le larve si nutrono principalmente delle radici delle piante erbose, arrivando spesso a distruggere completamente il tappeto erboso di prati e parchi. Le piante infestate vedono ridursi la loro capacità di assorbire acqua dal terreno e quindi di resistere allo stress cui sono sottoposte nei periodi di clima caldo e secco.

Per scegliere di quali piante nutrirsi, invece, gli individui adulti di Popillia Japonica sono guidati principalmente dagli odori e dalla posizione rispetto alla luce diretta del sole. Questi insetti generalmente pascolano in gruppo cominciando dalle fronde più alte della pianta e muovendosi quindi gradualmente verso il basso.

Pochi individui posati su delle piante non costituiscono una minaccia non di per se stessi, ma per il fatto che la loro presenza faciliterà e indurrà l'arrivo di numerosi altri esemplari. Il coleottero giapponese, infatti, è in grado di produrre dei feromoni di aggregazione che funzionano da richiamo per altri individui, i quali, oltre a cominciare a loro volta a nutrirsi delle piante, partecipano come potenziali partner riproduttivi.

I danni causati dalla Popillia Japonica possono essere davvero drammatici. Pertanto, è importantissimo cercare di contenerne la diffusione, rivolgendosi a dei professionisti.

Contattaci subito
per maggiori
informazioni

347 7882169

icon popilla japonica